I vantaggi competitivi del lavoro in carcere

Di primo acchito risulta difficile credere che il carcere possa essere luogo di produzione di eccellenza. Evidentemente non si tratta di un risultato automatico e scontato, ma del frutto di un lavoro paziente, svolto con costanza insistendo su una serie di capisaldi quali i pilastri della nostra cultura del lavoro.
Dalla valorizzazione delle relazioni con le persone e dall’investimento sulla voglia di miglioramento e di riscatto deriva la marcia in più delle nostre soluzioni.
Vogliamo dimostrare che lavorare in carcere oltre che ricerca e conseguimento di qualità, fa rima anche con economicità e sostenibilità.
plus-lavoro-carcere2
plus-lavoro-carcere4
Le misure a sostegno del lavoro in carcere messe a disposizione ogni anno dal Ministero della Giustizia ci permettono di assicurare un costo del lavoro pienamente competitivo nonostante i disagi ed i limiti derivanti dalla condizione detentiva.
L’impegno assiduo nell’innovazione tecnologica al servizio delle nostre attività, la continua revisione dei processi alla costante ricerca del miglioramento, lo sviluppo di progettualità tese all’individuazione delle risorse utili a procedere in questo cammino di cambiamento e perfezionamento continuo.
  • In carcere il lavoro è davvero un valore, un’occasione di cambiamento a disposizione di pochi.
  • Il lavoro è uno strumento per entrare in contatto con nuove opportunità.
  • Il lavoro è un mezzo per dimostrare la propria voglia di cambiamento.
  • Il lavoro è un veicolo per praticare relazioni con persone che provengono dall’esterno portatrici di valori e di modelli positivi.
  • Il lavoro permette di contribuire alla vita delle famiglie che vivono fuori.
  • Il lavoro permette di potersi costruire un’immagine di sé più positiva.
  • Il lavoro dà senso al tempo e alle giornate consentendo di vivere la propria condanna in modo più consapevole e maturo.
plus-lavoro-carcere3